// archivio

esplosivo

Categorie

Approfondimenti

  • Criminologia

giovanni falcone e la strage di capaci del 1992

Giovanni Falcone e la strage di Capaci

“Dottore, che fa? Così andiamo ad ammazzarci!” In piena corsa sull’autostrada, il giudice ha tolto le chiavi dal cruscotto dell’auto. Un gesto assurdo, come se quell’uomo sommerso dalle responsabilità e dal peso dell’isolamento non si rendesse più nemmeno conto di dove si trovava. È il 23 maggio 1992. Guida Giovanni Falcone, quel giorno, con la moglie [...]

La strage di Ciaculli

C’è stato un tempo, ben prima del  41bis e della strategia terroristica e stragista, ben prima degli attentati a Falcone e Borsellino, ben prima persino dell’uccisione del generale dalla Chiesa, in cui la Sicilia era… sconvolta dalla guerra e dalle stragi di mafia. Sì: perché non è mai esistito, dal dopoguerra a oggi, un periodo [...]

strage mafiosa via dei georgofili

La strage di via dei Georgofili

Terrorismo mafioso. Il male all’ennesima potenza. Un virus che evolveva e mutava rapidamente, nell’Italia dei primi anni 90. Dalle autobombe contro i giudici nella capitale della terra occupata dalle cosche, Palermo, agli attacchi generici e simbolici in tutta Italia. Musei e giorn Che cosa stava succedendo? Dopo secoli di silenzio e segretezza, perché questi signori [...]

strage di pizzolungo macchina

La strage di Pizzolungo

Quando quella mattina del 2 aprile 1985 a Pizzolungo – frazione di Erice nel trapanese - Nunzio Asta accorre sul luogo dell’immane esplosione per aiutare i soccorritori, non si accorge che le vittime dell’ autobomba sono sua moglie e i suoi due gemellini di 6 anni. E non può accorgersene, perché i corpi fisici di Barbara [...]

paolo borsellino e la strage di via d'amelio

La strage di via d’Amelio e l’agenda rossa

Vigeva un tempo in Italia la legge dell’ albinaggio. Cioè, se si muore per strada, le autorità incamerano gli oggetti personali del defunto. Nella storia è successo a papi, nobili e mercanti, e non sembra tanto diverso nemmeno dalla sorte riservata al magistrato Paolo Borsellino, ucciso dalla mafia il 19 luglio 1992, a Palermo, insieme [...]

bombaroli-bombe-ordigni-artigianali

Roberto Di Santo, bombarolo d’Abruzzo

Come in un romanzo di Montalbano, l’intera vicenda ruota intorno ai messaggi recapitati alle emittenti locali. È il 16 gennaio 2013 quando Patrizia di Santo, in stato di evidente agitazione, si reca agli studi di Rete8 di Chieti reggendo tra le mani tremanti un DVD con il titolo marcato a pennarello. C’è scritto “per Rete8”, [...]

stragedi brindisi bomba davanti scuola 2012

La strage di Brindisi

 “Ho visto mia sorella con il torace squarciato, non riuscivo neanche ad accorgermi di cosa mi ero fatta io”. “Dal giorno dell’attentato non dormo più, ho gli attacchi di panico, non esco più da sola”. “Ho visto i ragazzi a terra, tutti neri, i libri erano in fiamme. Una scena terrificante”. Queste le testimonianze di [...]

una bomber, chi era unabomber

Unabomber

Il vero Unabomber è un ex professore universitario, probabilmente schizofrenico e paranoico ma dall’intelligenza portentosa, che aveva rinunciato a fama e onori per isolarsi in una miserabile capanna da cui conduceva una folle crociata a base di pacchi bomba contro la civiltà moderna. È stato catturato solo grazie ai sospetti dei suoi più stretti familiari. [...]