//
Stai leggendo...

Criminologia

La Polizia Scientifica in Italia

Polizia ScentificaLa Polizia Scientifica è un servizio della Polizia di Stato nato nel 1902 e ed operante nel settore delle investigazioni tecniche e scientifiche, soprattutto in campo fisico, chimico e biologico. Da allora si impegna sempre di più ad aumentare il suo livello di qualità ed efficienza, è oramai diventato un importante punto di riferimento per il primo intervento delle indagini a sfondo omicida. Questo è possibile grazie ai continui corsi di aggiornamento e di formazione curati dal Servizio Nazionale. Come tutti gli enti ha un’organizzazione gerarchica: ha una sede centrale di comando a Roma, suddivisa in 4 divisioni con sedi periferiche, dedicate a diverse competenze, dislocate lungo tutto il territorio nazionale: 14 Gabinetti Interregionali e Regionali; 89 Gabinetti Provinciali collocati all’ interno delle questure, i quali hanno il compito di sopralluogo di polizia scientifica anche dei delitti più gravi; infine 195 Posti di Segnalamento di documentazione presso i più importanti commissari di pubblica sicurezza, i quali hanno la competenza di sopralluogo della scena del crimine e di foto segnalamento delle persone. Il loro sistema di indagine agisce su vari fronti: identificazione delle impronte digitali visibili e latenti, utilizzando sistemi sia informatici per l’accertamento delle identità, sia metodologie chimiche e fisiche per il rilevamento; indagini balistiche e di residuo dello sparo, soprattutto per casi di rapine o omicidi, per capire l’arma utilizzata e la composizione dei proiettili; indagini biologiche, che tratta le tracce biologiche, quali sangue, saliva, sperma, capelli e resti umani, da cui estraggono il DNA per riconoscere la vittima e rintracciare il colpevole; identità grafica, per l’accertamento di documenti scritti a mano o a macchina. La Polizia Scientifica ha inoltre il compito di ricostruire in modo tridimensionale la dinamica dell’evento criminale, la creazione di identikit, esaminare documenti e droghe e di analisi criminale per creare il profilo di un serial-killer. Esistono settori speciali all’ interno della Polizia Scientifica: l’Unità Analisi Crimine Violento, che operano in caso di omicidi senza un particolare movente, omicidi e violenze sessuali di un unico responsabile, rapine in ambienti video sorvegliati, e l’Unità Delitti Insoluti, che può riaprire vecchi casi irrisolti se vengono trovati nuovi indizi.