// archivio

Categorie

Approfondimenti

  • Criminologia

sante pollastri girardengo de gregori

Sante Pollastri, il bandito ciclista

Sante Pollastri non era il miglior amico di Girardengo, come nella canzone Il bandito e il campione, portata al successo da Francesco De Gregori. La poesia cerca di sintetizzare ed esporre le storie in maniera emblematica. Ma spesso la realtà è più banale: Sante era semplicemente un fan. Al massimo un conoscente, che frequentava gli [...]

Il “compagno bandito” Pietro Cavallero

“A tutti gli istituti di credito. Oggetto: rapine bancarie. Da tempo il nostro gruppo lavora con tanta soddisfazione nel settore. Al nostro arrivo dovete consegnare un milione per ogni impiegato. Vi concediamo trenta secondi, scaduti i quali cominciamo a sparare. Ricordo che possiamo agire quando e dove vogliamo e l’abbiamo dimostrato con l’ operazione tris [...]

francis turatello faccia d'angelo con vallanzasca

Faccia d’angelo Francis Turatello

Con un soprannome così, “faccia d’angelo“, la fine atroce di questo rapinatore sembra ancora più terribile: Turatello muore o meglio viene massacrato il 17 agosto 1981, nel carcere nuorese di massima sicurezza di Badu ‘e Carros. Ha 37 anni. Alcuni compagni di prigionia lo accoltellano e poi lo sventrano. Le lesioni agli organi interni fanno [...]

il furto della monna lisa, gioconda rubata da ladro italiano

Il furto della Gioconda

La Gioconda sparisce dal Louvre la notte tra domenica 20 e lunedì 21 agosto 1911. Appena viene notata la scomparsa del quadro, 60 ispettori del Quai des Orfèvres si mettono a setacciare prima il museo poi la città, e nonostante sia stato imposto il silenzio sulla faccenda la gente e i giornali non ci mettono [...]

Leonardo Notarbartolo

Il colpo grosso dei diamanti di Anversa, Leonardo Notarbartolo.

Tra i tanti cervelli in fuga, andati all’estero per cogliere le opportunità che il nostro paese non può più offrire, c’è anche lui: Leonardo Notarbartolo. Forse il più grande ladro di gioielli di tutti i tempi. Un Lupin in carne e ossa, nato a Palermo ma torinese d’adozione. Notarbartolo comincia il suo lavoro al Diamond [...]

crac cirio, cragnotti condannato per le obbligazioni

Il crac Cirio

Un caso che sembra speculare a quello Parmalat: un colosso alimentare, una squadra di calcio, tanti debiti, il default finale che lascia campo libero alle banche, e carta straccia in mano ai risparmiatori. E poi sospetti ancora peggiori, come quelli formulati da Roberto Saviano in Gomorra, secondo cui Parmalat e Cirio erano monopolisti in ampie [...]

Vallanzasca, la ligera milanese e gli omicidi e rapine

Renato Vallanzasca e la Ligera

La carriera criminale di Renato Vallanzasca comincia nel 1958 con un tentativo di evasione. Non è un paradosso ma  un fatto: Vallanzasca, che all’epoca ha 8 anni, cerca con un amico di far uscire dalla gabbia la tigre di un circo. Il fatto gli costa l’arresto e l’affidamento presso la prima moglie del padre, nel [...]

truffe famose, vanna marchi wanna, con il mago do nascimiento

Vanna Marchi, la triste parabola

Vanna Marchi, da venditrice di sogni, o “bufale”, a spacciatrice di incubi. Questa la parabola discendente dell’ex televenditrice numero 1 in Italia. La “teleimbonitrice”, col suo tono di voce inconfondibile e il suo tormentone “D’accordo?”, si impone negli anni ’80 somministrando creme miracolose per il dimagrimento a mezza Italia. Poco importa che gli effetti benefici [...]

crac parmalat callisto tanzi

Il crac Parmalat

Sono in tanti quelli che ci hanno rimesso dei soldi, a volte i risparmi di tutta una vita. E non erano speculatori con “alta propensione al rischio”, per usare il gergo, ma pensionati, famiglie, gente comune. Nessuno aveva spiegato loro quanto fosse pericoloso quello che stavano facendo, puntando tutto su Parmalat. Anzi, i loro consulenti [...]

antonio chichirelli rapina vallanzasca

Tony Chichiarelli e la rapina del secolo

Dalla Banda della Magliana al rapimento Moro: Antonio Giuseppe Chichiarelli, detto Tony, è coinvolto a vario titolo praticamente in tutto ciò che accade di criminalmente significativo negli anni ’70 e oltre. Oltre agli amici borgatari frequenta la mala nazionale (in particolare la Camorra) e quella straniera del Clan dei Marsigliesi, ma ha contatti anche con [...]