// archivio

Categorie

Approfondimenti

  • Criminologia

giovanni falcone e la strage di capaci del 1992

Giovanni Falcone e la strage di Capaci

“Dottore, che fa? Così andiamo ad ammazzarci!” In piena corsa sull’autostrada, il giudice ha tolto le chiavi dal cruscotto dell’auto. Un gesto assurdo, come se quell’uomo sommerso dalle responsabilità e dal peso dell’isolamento non si rendesse più nemmeno conto di dove si trovava. È il 23 maggio 1992. Guida Giovanni Falcone, quel giorno, con la moglie [...]

La strage di Ciaculli

C’è stato un tempo, ben prima del  41bis e della strategia terroristica e stragista, ben prima degli attentati a Falcone e Borsellino, ben prima persino dell’uccisione del generale dalla Chiesa, in cui la Sicilia era… sconvolta dalla guerra e dalle stragi di mafia. Sì: perché non è mai esistito, dal dopoguerra a oggi, un periodo [...]

strage di kobobo con piccone uccide a Milano

Voci cattive e piccone. La strage di Milano.

Voci cattive. Questa la spiegazione. Il risultato sono tre passanti con la testa spappolata e altri tre feriti gravemente. A morire sono Alessandro Carolé, 40 anni, sul colpo, mentre Daniele Carella, 21 anni, ed Ermanno Masini, 64, sono deceduti in ospedale. Ma riprendendo le parole del figlio di Masini: “forse è meglio… è meglio… se [...]

strage a bari, ucciso con il kalashnikov vitaliano

Vivere e morire col Moncler addosso: la strage di Bari

A Bari, quartiere San Paolo, se esci con il Moncler non sei un nostalgico degli anni 80. Non fai parte dei paninari, ma di un tipo di gang ben diverso. Il Moncler non si abbina alle Timberland o a una felpa della Best Company, ma a una pistola o a un fucile d’assalto. Come quello [...]

strage mafiosa via dei georgofili

La strage di via dei Georgofili

Terrorismo mafioso. Il male all’ennesima potenza. Un virus che evolveva e mutava rapidamente, nell’Italia dei primi anni 90. Dalle autobombe contro i giudici nella capitale della terra occupata dalle cosche, Palermo, agli attacchi generici e simbolici in tutta Italia. Musei e giorn Che cosa stava succedendo? Dopo secoli di silenzio e segretezza, perché questi signori [...]

strage di pizzolungo macchina

La strage di Pizzolungo

Quando quella mattina del 2 aprile 1985 a Pizzolungo – frazione di Erice nel trapanese - Nunzio Asta accorre sul luogo dell’immane esplosione per aiutare i soccorritori, non si accorge che le vittime dell’ autobomba sono sua moglie e i suoi due gemellini di 6 anni. E non può accorgersene, perché i corpi fisici di Barbara [...]

sannicandro strage farmacista spara alla famiglia

La strage di Sannicandro: sedate prima dell’esecuzione

“Vado a portare l’incasso a casa, mi cambio e vi raggiungo subito”. Queste o suppergiù le ultime parole note – dette alla fidanzata – di Claudio Piccolo, 24 anni, studente di farmacia e titolare del centro estetico “Global Beauty Chimienti”, a Sannicandro. La casa è la villetta di famiglia, dove abitano il padre, Michele Piccolo, [...]

paolo borsellino e la strage di via d'amelio

La strage di via d’Amelio e l’agenda rossa

Vigeva un tempo in Italia la legge dell’ albinaggio. Cioè, se si muore per strada, le autorità incamerano gli oggetti personali del defunto. Nella storia è successo a papi, nobili e mercanti, e non sembra tanto diverso nemmeno dalla sorte riservata al magistrato Paolo Borsellino, ucciso dalla mafia il 19 luglio 1992, a Palermo, insieme [...]

Strage del bar Sayonara (detta di San Martino)

Il Sayonara, nonostante il nome giapponese, non era un sushi bar alla moda, un punto di ritrovo per giovani eleganti e professionisti di successo, ma un semplice bar gelateria con tavolini all’aperto nello sfortunato quartiere di Ponticelli (Napoli). Intorno a uno di questi tavolini sedevano il 12 novembre 1989 Gaetano De Cicco di 38 anni, [...]

strage di portella della ginestra

La strage di Portella della Ginestra

Come in tanti altri casi di omicidi di massa in questo paese, su questa vicenda si sono fatte le ipotesi più disparate. C’entra la mafia, c’entra la politica, c’entrano i servizi segreti, italiani e stranieri. Sono passati molti anni da quel 1º maggio 1947, e ormai bisogna accettare il fatto che non solo i mandanti, [...]